Era tremonti che fin ad un paio di anni fa voleva metttere i dazi ai prodotti cinesi perché prodotti, appunto, in terribili condizioni di lavoro, con operai sotto pagati e sfruttati e non sindacalizzati….Ed oggi lo stesso Tremonti loda e plaude alle proposte della Fiat (cioèil  ricatto anticostituzionale e anti statuto dei lavoratori).

Infatti, dice tremonti: “L’accordo su Pomigliano è la rivincita dei riformisti su tutti gli altri”. Così il ministro dell’Economia, GiulioTremonti, ha commentato l’accordo separato su Pomigliamo d’Arco firmato tra la Fiat“.

Finalmente la quadratura del cerchio: non i dazi per i prodotti cinesi, ma la cinesizzazione dei lavoratori italiani

Advertisements