November 2009


Il blog mi serve piu’ altro per mantenere memoria per fare quello che in inglese si dice ‘connecting the dots’, ossia unire i puntini, proprio come il passatempo della settimana enigmistica, si uniscono i puntini e viene fuori una figura. Solo nel nostro caso i punti non sono numerati, quindi si va a braccio, mettendo insieme i pezzi. Oggi metto su altri due pezzi, si chiamano :

riscaldamento globale ed entomofagia (cioe’ mangiare insetti).

Lo scandalo sul Climatgate (o Climat Gate) (ricercatori e eminenza grigie delle nazioni unite messi insieme per alimentare la bufala del riscaldmaento climatico causato dall’uomo) su cui abbiam parlato in un post passato (qui) e’ la scusa con la quale verranno fatte passare misure e regole globali che segneranno la fine della nostra umanita’. Una di queste e’ il mangiare gli insetti.

Gia’…. non e’ una cosa nuova e non e’ l’idea i cuochi originali e bizzrri (come si vorrebbe far credere), ma rientra  una strategia che sta prendendo forma a vari livelli. L’anno scorso avevamo scritto un post in proposito (qui), si trattava di un’iniziativa della FAO volta a promuovere lo schifoso alimento (citando il documento FAO riportato nel post: Promouvere l’accettazione dell’entomofagia … sara’ ilprimo passo per promuovere gli insetti su scala regionale e globale). La repubblica.it all’epoca aveva ripreso la notizia (http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/scienza_e_tecnologia/insetti-mangiare/insetti-mangiare/insetti-mangiare.html).

Non solo repubblica…anche la stampa (http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/societa/200804articoli/31522girata.asp)scrive la testina del giornalista in questione: “se il riscaldamento globale porterà l’opulento occidente sull’orlo della carestia, potrebbe essere questo il futuro delle nostre tavole”.

L’ordine dei medici riprende la notizia (http://www.ordinemedicilatina.it/node/11849): Mangiare insetti fa molto bene” – Studio Usa: vantaggi eco-alimentari.

Si organizzano conferenze e dibattiti scientifici (per dare credito alla notizia, vedi qui: http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:5gFH_aQJHIIJ:www.bio.unipd.it/agroecology/doc/Maggio2008/abstracts2008.pdf+%22europea+%22+entomofagia&hl=it&gl=it&sig=AHIEtbQf8j6-Ue7iMhcqCYie6CNIokcK2w)

Si giustifica l’entomofagia con la scusa del riscaldamento globale (e mancanza di cibo), della sostenibilita’, dell’amore per la natura. Viene da vomitare.

Advertisements

Insomma cosa ne sara’ di noi? L’economica migliora gridava tremonti quanlche settimana fa, …..no, l’economia non migliora, scrive oggi il sole24ore  (http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2009/11/crisi-economia-indizi-da-guardare_2.shtml)

I soldi (finanziati con le tasse dei cittadini) sono stati date alle banche (strozzate dai debiti che loro stesse avevano creato), miliardi di euro e dollari…il famoso bailout.

Che fine hanno fatto questi soldi? Se li sono tenuti le banche, cioe’ non sono andati a finanziare l’economia reale, il lavoro o i cittadini.

Senza liquido che circola nell’economia reale per fare investimenti, la crisi non si ferma. Non solo, con la crisi che morde e con il valore del denaro che e’ praticamente zero, i liquidi sono stati investiti in azioni ed oro (e petrolio). 

Quindi, i soldi pubblici, di chi paga le tasse, sono nuovamente finiti a finanziare bolle speculative nella borse.

Ma chi ha vigilato a questo scempio?

Non le banche centrali certo, che anzi hanno incendiato ancora di piu’ la crisi, elargendo denaro a dritta e a manca alle banche. Ma chi vigila sull’operato delle banche centrali?

Qualcosa si muove:  la notizia e’ gia’ stata ripresa da huffingtonpost: La FED sara’ sottoposta ad audit, cioe’ ad una revisione indipendente e comprensiva del suo operato.

Si legge sul sito di r. paul (uno dei promotori dell’azione legislativa) “Giovedi’ 19 novembre, 2009 dopo molte ore di acceso dibattito, l’emendamento Paul-Grayson (che si prefigge di condurre un’ispezione indipendente della banca centrale americana) e’ passato, ndr). L’emendamento e’ passato al posto di un emendamento alternativo ‘placebo’, proposto da un altro senatore.

Gia’, perche’ per contrastare l’emendamento di Paul-Grayson, e’ stato all’ultimo momento proposto un emendamento sostitutivo, che cercava di diluire il raggio d’azione dell’ispezione. Un emendamento fantoccio, che non avrebbe dato nessun potere reale di ispezione.

Ma non c’e’ cascato nessuno…e l’emendamento originale e’ andato avanti.

Ci saranno, in questi momenti, un bel po’ di telefonate convulse, balzi sulle sedie, bicchieri rotti, e urla incazzatissime in un bel po’ di lussuosi uffici  di questo pianeta.

Siamo tutti in trepidante attesa degli sviluppi futuri…(magari di vedere la notizia circolare sui media europei…..)

Fortuna che i robin hood della rete esistono e rubano le informazioni dai ricchi per darle ia poveri.

L’ultima e’ questa (notizia di ieri): http://blogs.telegraph.co.uk/news/jamesdelingpole/100017393/climategate-the-final-nail-in-the-coffin-of-anthropogenic-global-warming/

Di che si tratta? titolo dell’articolo:“Scandalo del clima: l’ultimo chiodo nella bara del “riscaldamento climatico di natura antropogenica”.

Che vuol dire? Che le teorie secondo le quali stiamo attraversando un periodo di grave  riscaldamento del pianeta a cuasa delle emissioni prodotte dall’uomo, sono basate su dati deliberatamente falsificati.

Ecco cosa spiega l’articolo: un hacker si e’ impossessato di una sessantina di mega di file confidenziali dell’ “University of East Anglia’s Climate Research Unit” (centro di ricerca dedicato alla ricerca sul clima, altrimenti detto CRU), uno dei centri di ricerca all’avanguardia nel terrorismo informativo sulla questione del riscaldamento .

Cosa contenevano i file? Email scambiate fra i prominenti(sedicenti) scienziati in cui si discute tranquillamente di come alterare i dati sul riscalmento climatico ed altre amenita’. 

Ci sono fulgidi esempi riportati nell’articolo del telegraph, per esempio delle mail in cui i sedicenti scienziati discutono su come  di fare fronte comune per sbattere fuori dalla comunita’ scientifica  un eminente ricercatore che non condivide gli stessi proclami, oppure email di fecilitazione per un ricercatore (sembre in disaccordo) recentemente morto (cosi’ non sara’ piu’ di intralcio e di dissenso alle teorie desiderate), suggerimenti su come alterare i dati nelle pubblicazioni scientifiche per provare l’ipotesi del riscaldamento globale generato dall’uomo, etc.. etc…

Qualcosa mi dice che qualcuno al CNR italiano sara’ sobbalzato sulla sedia quando avra’ letto la notizia….e si, perche’ i fissati con il riscaldamento climatico non sono solo all’estero, ci sono pure da noi. Per esempio questi qua: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/04/15/prodi-giuliacci-cheli-sul-clima-del-mondo.html

Tale e’ la fissazione che uno di questi signori si spinse a mettere in relazione l’incidente dell’airbus avvenuto  in brasile alcuni mesi fa con i cambiamenti climatici (con dichiarazioni rilasciate alla stampa)…insomma,siamo arrivati a questopunto.

Ma perche’? Perche’ spaventare la gente e renderla colpevole del riscaldamento globale? Cui prodest? A chi giova tutto cio?

La risposta nella prossima puntata 

 

Per chi fosse interessato ad approfondire sullo scandalo delle truffa sui dati del CRU: http://www.examiner.com/x-28973-Essex-County-Conservative-Examiner~y2009m11d20-CRU-files-scandal-reaches-print-media
 

oggi una notizia interessante su yahoo.it, che dice: “Questo è il vero investimento Boom dell’oro, il valore continua a crescere ed ora si può anche investire online. » Ecco come muoversi “
Clicco sul link “Ecco come muoversi” e cosa trovo?
Trovo il seguento titolo:
“INVESTIMENTI Oro: è corsa alla vendita online!”

Cioe’ la sedicente giornalista NON indica modalita’ per INVESTIRE IN ORO, ma per sbarazzarsi VENDENDO (o meglio SVENDENDO) l’ORO che abbiamo per …… FARE SHOPPING!!!

Chiaro no?! In tempi di crisi, con le valute che valgono poco piu’ della carta igienica, cosa si consiglia di fare? Di sbarazzarsi dell’unico bene che abbia ancora un poco di valore, per poter acquisire soldi, che dovcrebbero essere usati per fare cosa…shopping! Per comprasi un maglioncino?!

Questa non e’ solo disinformazione, e’ sponsorizzare una truffa.

L’oro e’ uno dei pochi beni che di questi tempi preserva il suo valore. Investire in oro significa acquistarlo, e non svenderlo.

Canaglie