Alla fine chi prospettava la corsa al si salvi chi può aveva ragione.

Mercati in grande crisi, banche in fallimento, e cittadini piccoli risparmiatori che restano come al solito con il cerino in mano. Ora tutti ad inneggiare allo stato come ultima ratio del capitalismo ingordo e spregiudicato. Chissà cosa ne pensa chi inneggiava ai capitani coraggiosi del socio-capitalismo italiano che si divertivano a fare le scalate con il leveraged buyout. http://it.wikipedia.org/wiki/Leveraged_buyout

In pratica roba comprata a debito.

Si ma i soldi da dove arrivano? Anche questo pare un mistero.

Tutti gridano allo scandalo dei subprime (mutui dati a debitori di scarsa-nulla affidibiltà, di cui era più che facile prevedere l’insolvenza, che poi qualcuno ha abilmente rivenduto come investimento); ma pochi ragionano sulla causa principale della bolla speculativa edilizia americana, ossia sull’eccesso di liquidità, ossia soldi stampati a go-go ‘out of the thin air’ (come direbbe qualcuno) dalla banca centrale ammericana o presi in prestito.

Insomma, il principale colpevole pare sia l’ex capo della FED (di cui non si sente più parlare), che per anni ha tenuto tassi di interesse bassissimi.

Se il denaro è facile, si compra a poco, ne consegue che sia facile accedervi, e quindi indebitarsi per investire. Debito su debito, le banche stanno cadendo, una ad una, come il domino. 

La fiducia cala, tutti vendono, nessuno compra. Chi ha i soldi se li tiene in tasca o sotto il materasso (una scelta quasi per nulla avventata).

Che qualcuno venga pure a dire che tutto ciò sia un caso, che sia solo il risultato del demone maligno dell’avidità del capitalismo moderno, la depressione non ci crede. 

Colpisce poi, la sicumera con cui si definiscono le banche centrali “organismi indipendenti” (a cui tutti accorrono per avere notizie sul malato); perché in parole povere si tratta di banche private.

E se sono proprio le banche centrali a rassicurare sulla salute del sistema finanziario moribondo, o peggio sulla salute delle banche italiane, c’è poco da stare allegri.

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/economia/200809articoli/36889girata.asp

Basta vedere il curriculum di membri dei sedicenti organismi indipendenti per sapere in che mani siamo http://it.wikipedia.org/wiki/Goldman_Sachs

L’indipendenza delle banche centrali significa che le banche centrali non devono rendere conto a nessuno delle loro politiche. E poi uno dice che la legge è uguale per tutti.

Altra informazione, che potrebbe tornare utile.

La truffa delle banche centrali (inclusa la loro capacità di manipolare ed alterare il corso dell’economia di intere nazioni) è cosa nota.

Wikipedia riporta informazioi sull’ordine esecutivo firmato Kennedy, per fermare le operazioni…come dire…poco chiare della FED http://it.wikipedia.org/wiki/Federal_Reserve

http://it.wikipedia.org/wiki/Ordine_esecutivo_11110

L’ordine fu firmato in giugno (1963), il novembre dello stesso anno Kennedy fu assissinato.

ps. per chi avesse voglia di vivere un vero incubo, la riserva frazionaria è un vero must

http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria

pps. non stupisce poi, che tutti si affrettino a tranquillizzare la gente http://www.repubblica.it/2008/09/sezioni/economia/borse8/tutela-dep/tutela-dep.html

Advertisements