Cosi’ le elezioni sono passate, Berlusconi ha vinto. SuperUalter è rimasto col cerino in mano, dopo avere: 1. Fatto il possibile per fare cadere il governo prodi (affondato!). 2. Fatto in modo che l’unico brandello di sinistra uscisse definitivamente dal parlamento (affondato!).

E ora chi farà opposizione? Nessuno… e infatti non la fa nessuno.

SuperUalter cerca di serrare i ranghi buttandosi sulla difesa della TV. Ridicolo, visto che il centro-sinistra non si è mai curato né del conflitto di interessi, né di spedire Fede sul satellite. Anzi…

Ualter mettiti l’anima in pace, perché non è che la gente si strappi le vesti per Rete4, e comunque è un po’ tardi per pensarci. 

E poi:

Nessun commento *serio* sul nucleare. Nessuno, nemmeno da parte dei giornalisti. A parte Beppe Grillo, che parla giustamente di Delirio…uno dei tanti.

Ma che razza di paese è questo? SuperUalter ovviamente, applaude Marcegaglia (la quale potrebbe pure preoccuparsi della sicurezza dei cantieri, invece di scalpitare per metterci il nucleare sotto casa). Anzi, la negligenza nella sicurezza sul lavoro pare ottimo esempio di come possano essere gestiti controllo e sicurezza del nucleare. E stiamo freschi!

Qualcuno ha notato 2 fatti molto semplici?

1. Quale può essere la sorte di centrali nucleari in territorio a forte rischio sismico ed indrogeologico? Catastrofico, ma la cosa non preoccupa nessuno, né i giornalisti, né l’opposizione (che non c’è), né tanto meno ENEL, che infatti, non si preoccupa troppo delle “centrali sismiche”.

2. Scajola dice: metteremo la prima pietra in 5 anni. E nel frattempo? Con il petrolio che continua a crescere di prezzo (e che, ci scommetto, toccherà i 200 dollari al barile entro il 2009 forse prima), come dovremmo scaldarci o accendere le nostre lampadine a basso consumo? Forse Scajola ha qualche idea, forse ha qualche idea il clamoroso think-thank di SuperUalter.

Credo che la gestione dei rifiuti in ITALIA, sia pure un indicatore credibile di come potrebbero essere gestite le scorie radioattive, magari alla stessa stregua dei treni all’amianto, che ancora ammorbano il nostro paese.

Ultima cosa, proprio sui rifiuti…Mi ha molto colpito una foto che ho visto oggi su repubblica.it, e che metto qui sotto:

Li avete votati? E chi vi aspettavate? La discarica nella villa di Arcore?

In bocca al lupo! Anzi, in bocca a Silvio!

E questo è solo l’inizio

 

Advertisements