I ripensamenti di Prodi sulla precarità sono anch’essi precari.

da repubblica.it: Quanto al fatto che le sue parole giungano all’indomani della manifestazione, a Roma, che la sinistra radicale ha organizzato proprio per l’attuazione del programma di governo e contro il precariato, il presidente del Consiglio preferisce non parlarne, “non connettiamo le cose che hanno una corrispondenza temporale – dice -e non sequenziale”. E a chi gli chiede se la protesta abbia rappresentato un monito per il governo, il premier risponde: “Oggi non parliamo di ieri, parliamo di oggi”.

Ripeto, non manca di senso dell’umorismo. Il punto è che i circa 4 milioni di precari Italiani il senso dell’umorismo non ce l’hanno più.

Chi pensa all’oggi e chi pensa a tre giorni fa.

18/10/2007. Operaio si suicida al lavoro: non riusciva ad arrivare a fine mese. L´uomo non sapeva come pagare il mutuo dopo che la moglie, precaria, aveva perso il lavoro

Advertisements