Quarta notizia (dall’alto verso il basso) su repubblica.it

Il giudice federale D. D. Sitgraves ha negato all’Italia l’estradizione del boss Rosario Gambino, accettando le motivazione del difensore, secondo il quale l’estradizione ed il regime carcerario stabilito dall’articolo 41bis italiano “sarebbe in condizioni che ne minaccerebbero la vita”.

Continua l’articolo: Sitgraves ha affermato che il sistema penitenziario italiano per i boss mafiosi ha caratteristiche “che costituiscono una forma di tortura” e violano la convenzione delle Nazioni Unite in materia.

Nel frattempo, L’agenzia federale statunitense per l’immigrazione ha presentato appello contro la decisione del giudice Sitgraves e Rosario Gambino resterà detenuto in attesa della revisione del caso.

Attendiamo con ansia le reazioni del governo, e principalmente del nostro ministro della Giustizia, che i nostri bravissimi giornalisti (ne siamo sicuri) punzecchieranno fino a che non sarà lasciata una dichiarazione in merito.

ps. Ma al giudice gliel’ha raccontato mai nessuno di Guantanamo e Abu Ghraib?

pps. Totò, scappa  los Angeles, che magari i giudici ti aiutano per questioni umanitarie.

Advertisements